14-09-17 Sernagiotto portrait STR-11 per sito

RUSSIA E CINA, MERCATI DI RIFERIMENTO PER L’ITALIA

Ho incontrato ieri a Strasburgo i giornalisti del Nord-Est Italia: un importante momento di confronto con la stampa per spiegare il lavoro che stiamo facendo e le scelte che sto mettendo in campo per l’Italia e per il Veneto. L’economia dell’UE vive momenti di difficoltà, la situazione è davanti agli occhi di tutti. Mi sono chiesto cosa poter fare per rilanciare l’occupazione. La risposta che mi sono dato si è tradotta nella decisione di prendere parte alla Delegazione UE-Russia e alla Delegazione per le relazioni con la Repubblica popolare cinese. Perché? Siamo una nazione che vive di esportazione, in molti settori la vendite all’estero rappresentano quasi la totalità del fatturato. Allargando lo sguardo all'Europa, ci si rende conto di quanto importante sia mantenere e sviluppare i contatti con due Paesi come la Russia e la Cina. Bisogna accelerare sulla diplomazia europea e sulla politica estera: in quest’ottica il conflitto in Ucraina e le sanzioni verso la Russia devono essere gestiti con la massima attenzione per evitare di danneggiare la nostra industria. Alcuni numeri? L’UE esporta 500 miliardi all’anno in Russia, gli interscambi Veneto-Russia sono al settimo posto della classifica export del Veneto, con un valore di oltre 2 miliardi di fatturato. Il mercato cinese e  quello russo offrono sbocco per il comparto alimentare (non è un caso che l’Expo 2015 sia interamente dedicato all'alimentare), della moda e anche della tecnologia. Tutelare e valorizzare l’export in queste aree significa tutelare e valorizzare l’impresa e di conseguenza il lavoro per rilanciare l’occupazione. Lo spaccato del Veneto è preoccupante: fino a 7 anni fa non c'era disoccupazione e oggi ci sono circa 200 mila disoccupati: riuscire a produrre per Cina e Russia deve essere una priorità. Su questo tema mi impegnerò per dare il mio contributo al Parlamento Europeo.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

GIORNO PER GIORNO

 
Febbraio 2019
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 1 2 3

IN EVIDENZA

 

L'Europa il giusto mezzo per la libertà scolastica

Credo sia arrivato il momento giusto per affrontare di petto il tema della parità dell'offerta scol..

Leggi tutto

A PROPOSITO DI...

 

Adesione della Bielorussia e dell’Uzbekistan alla convenzione del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Dichiarazioni di voto in occasione della Mini-Plenaria di Bruxelles del 30-31 gennaio Ho votato a fa..

Adesione dell’Honduras alla convenzione del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Dichiarazioni di voto in occasione della Mini-Plenaria di Bruxelles del 30-31 gennaio Ho votato a fa..

Adesione dell’Ecuador e dell’Ucraina alla convenzione dell’Aia del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori

Dichiarazioni di voto in occasione della Mini-Plenaria di Bruxelles del 30-31 gennaio  Ho votat..